Omniscient Reader Viewpoint

Probabilmente la miglior Light Novel Coreana che abbia mai letto (anche meglio di Solo Levelling)

Omniscient Reader Viewpoint: la webnovel è una delle più amate del web, il manwha pur non rendendo giustizia all’opera originaria non è male per nulla. Con la probabile serie animata in arrivo possiamo dire che Omniscient Reader Viewpoint è pronto a conquistare il mondo?

Cosa ne penso e perchè è importante leggere il libro

ORV ha una prospettiva unica, prendendo in giro i cliché dei romanzi web. il personaggio principale è un lettore che è caduto nel mondo dove già esiste un eroe e i personaggi a contorno.
Gli autori puntano il dito contro lo strapotere degli canali di streaming, mettendo il luce quante cose sciocche deve fare uno streamer per ricevere due monetine dagli sponsor.

Ma se fosse solo questo sarebbe uno dei tanti racconti di satira sociale. Invece io considero questo libro un capolavoro perchè lavora a diverse profondità:

  • La storia di guarigione di Kim Dokja da sola vale il racconto
  • E’ un romanzo corale, in cui i personaggi crescono
  • E’ un romanzo di azione, sulla fine del mondo – L’escalation di azione e di scenari che si trovano davanti i personaggi affrontando esseri interdimensionali e divinità
  • E’ la storia di un uomo che resetta il mondo ogni volta che muore, partendo da capo, e che stanco vuole spezzare il ciclo.
  • World building interessante
  • gni arco narrativo va a coprire un determinato trope letterario ma comunque coeso, segnato da un world building interessante.

ma sopratutto il finale, incredibile.

Sono stato molto indeciso se parlare di ORV

Parte dell’esperienza di questo libro consiste nell’affiancare Kim Dokja senza sapere di cosa si tratta, per poi innamorarsene un poco alla volta senza accorgersi quando è successo.

Scrivere quindi un riassunto non era esattamente quello che volevo fare. Ma troppa poca gente conosce questo libro.

Omniscient Reader’s Viewpoint è una storia sulle storie. Parla di accettazione di sé. Si tratta di rifiutare il concetto di tragedia inevitabile. Si tratta di accettare la necessità di affidarsi alla finzione per sopravvivere come qualcosa di non vergognoso. È un viaggio che vi farà desiderare la vostra stessa felicità.

Nessuna storia vi farà sentire così emotivi e sprizzare calore, orgoglio e sentimentalismo. È stata letta da migliaia di persone, ma vi farà sentire come se fosse stata pensata per essere letta da voi nello specifico.

Vi farà sentire come se foste amabili nella vostra interezza, compresi i vostri difetti, le vostre lotte e le vostre insicurezze. Vi farà sentire timidi. Vi farà sentire molto personali. I personaggi si sentiranno sollevati di essere sotto il vostro sguardo. Vi sentirete sollevati per aver letto di loro. Vi darete reciprocamente un significato. Sarete la salvezza l’uno dell’altro.

Il protagonista è un riflesso di noi stessi. È un lettore. È l’esistenza più amata dell’universo. Lui è noi.

Omniscient Reader Viewpoint: La storia in breve (No spoiler)

Il personaggio principale legge un romanzo a puntate per la maggior parte della sua vita. Il romanzo inizia con un sacco di lettori e finisce con lui come unico lettore.

Il giorno in cui esce il capitolo finale, riceve un messaggio dall’autore. All’improvviso il mondo cambia.

L’MC si rende subito conto che il mondo è diventato come il romanzo che stava leggendo e sa esattamente come cosa succederà. Il suo mondo si riempie di mostri, di persone che provengono da altre realtà (i personaggi del suo romanzo) e ci sono anche Divinità che li osservano in diretta streaming. Il tutto in un survival game diviso per scenari.

Lui ha una copia del romanzo sul telefonino, e lo usa come foglio di istruzioni.

Alla fine l’MC si imbatte nei personaggi del romanzo che stava leggendo, ma anche personaggi che non sarebbero dovuto esserci.

Succedono molte cose in un’escalation di poteri, amicizia e sacrificio.

Quello che parte come un romanzo di azione diventa un metafora della lettura, della crescita personale, del cambiamento per l’amore delle altre persone.

Il finale è bellissimo, emozionante, e si riconnette benissimo con l’inizio.

Omniscient Reader Viewpoint: Il riassunto più completo (contiene spoilers)

La trama del romanzo è quella di un adolescente socialmente poco abile di nome Kim Dokja, orfano e con la madre assente (poi si scoprirà il perchè). Trascorre la maggior parte del suo tempo leggendo un romanzo web estremamente lungo e mal accolto dal pubblico….

…In seguito si scopre che la sua dedizione alla storia deriva dal fatto che simpatizza e prova una sorta di legame con il personaggio principale.

Questo perché il protagonista, il cui nome è Yoo Joonghyuk, viene trascinato in uno scenario apocalittico, dove diventa un “regressore”, che lo fa rinascere al primo giorno dell’apocalisse ogni volta che muore: è a tutti gli effetti intrappolato nel tempo in un loop che lo fa rinascere per sempre ma anche ad assistere alla perdita dei suoi cari, per quanto cerchi di evitarlo.

Il mondo del romanzo è un sistema complesso progettato per produrre storie.

Esseri divini che si chiamano “costellazioni” sono alla ricerca di una storia divertente per riempire il loro tempo e dare un senso alla loro divinità. Per questo motivo, una razza chiamata “Dokkaebis” cerca di sfruttare la fame di storie delle costellazioni creando dei veri e propri survival game e poi mettendoli in streaming.

Creavano storie divertenti per loro in cambio di monete, una forma di valuta che può essere scambiata con il potere attraverso il sistema dei mondi… non diversamente da come fanno gli streamer e i loro spettatori.

I Dokkaibi viaggiano nell’universo alla ricerca di pianeti con esseri intelligenti. Una volta trovato un pianeta, pianificano un percorso di cosiddetti “scenari”, in cui gli abitanti del pianeta sono sottoposti a sfide mortali, come combattere draghi, demoni o altri abitanti di mondi o universi diversi. Queste condizioni creano una catena in cui le storie di perdita, amore e avventura vengono prodotte per essere consumate dalle costellazioni e più grosse ed emotive sono le storie meglio è.

Il nostro Kim Dokja continua a leggere la storia, anche se è l’unico lettore rimasto.

Questo perché si rifiuta di lasciare che la sofferenza di Yoo Joonghyuk rimanga invisibile. A

nche se non vede l’ora di vederlo arrivare al finale e battere gli scenari. Alla fine gli si presenterà una realtà sconvolgente.

Infatti, una volta terminata la lettura del romanzo, viene ringraziato dall’autore e ricompensato con una copia del libro.

Poco dopo in metro si ritrova, lui e il mondo intero, catapultato nella stessa storia che aveva appena terminato. Un Dokkaebi si presenta dal nulla davanti a lui nel bel mezzo del vagone e spiega a tutti che questo pianeta è stato appena scelto per partecipare agli scenari.

Primo arco Narrativo. Metro & primo incontro

Kim è scioccato, ma fa del suo meglio per rimanere calmo, dicendosi che questo non è altro che un sogno. Anche se presto si rende conto che potrebbe non esserlo. Il primo scenario inizia in diverse zone, un vagone ferroviario, un’aula scolastica.

Spoiler

In queste zone vige un’unica regola: ogni partecipante che desidera lasciare questo luogo deve uccidere un organismo vivente entro il tempo stabilito, altrimenti verrà giustiziato alla fine. Questa è la crudele realtà degli scenari e il modo in cui i Dokkaibi intrattengono le costellazioni.

Kim Dokja riesce ad aiutare alcune persone a sopravvivere allo scenario, ma molte muoiono nel caos. Sebbene stia ancora elaborando la situazione, la sua paura più grande si affaccia dalla porta: Yoo Joonghyuk – il personaggio principale esiste ed è incazzato come una bestia.

Kim riesce a pensare solo a “Yoo Joonghyuk”. Come avrebbe convinto Joonghyuk ad aiutare una persona indifesa come lui?

E Joonghyuk sarebbe disposto ad stringere un’amicizia dopo tutte le perdite che ha già subito nelle reincarnazioni passate? Yoo Joonghyuk si arrabbia per la conoscenza che Kim ha di lui e ipotizza una sorta di manipolazione da parte delle costellazioni.

Kim finge di essere un profeta che conosce il futuro e si offre di aiutarlo, Yoo Joonghyuk getta Kim da un ponte in uno dei mostri marini portati sulla terra dal Dokkaebi. Sebbene sia in pericolo di vita, Kim riesce a sconfiggere la bestia con l’aiuto delle conoscenze acquisite leggendo il romanzo.

Attraverso gli scenari futuri, Kim Dokja riuscirà ad aiutare molte persone a sopravvivere agli scenari e inizierà lentamente a costruire una squadra di persone che sa che diventeranno molto forti in futuro. Anche se utile, la sua conoscenza del futuro gli pone un dilemma. Sa che Yoo Joonghyuk morirà centinaia di volte prima di raggiungere la fine degli scenari. Ciò significa che, se non lo aiuta, la storia andrà persa una volta che la persona più forte che sta avanzando negli scenari sarà morta. C’è anche il fatto che Kim non sa cosa o perché stia accadendo. Persone come il suo compagno di lavoro, il cui nome è “Yoo Sangah”, non sono mai state presenti nel romanzo. Nemmeno lui! Ha bisogno di sapere quanti sono e se qualcuno di loro è uno dei primi lettori del romanzo. Perché potrebbero cambiare il corso degli scenari in modo negativo con le loro conoscenze limitate.

Gli scenari avanzano e Kim Dokja riesce a ottenere maggiore fiducia da Yoo Joonghyuk, ma è anche molto preoccupato sul da farsi. Per lui possono essere personaggi di un romanzo, ma tutto ciò sembra troppo reale. Come può sapere della morte di qualcuno, ma lasciarlo in vita. Continua a chiedersi se debba cambiare le storie, ma teme che un cambiamento eccessivo possa rendere inutile la conoscenza che lo tiene in vita.

Gli scenari avanzano e Kim Dokja riesce a ottenere una maggiore fiducia da parte di Yoo Joonghyuk, ma è anche molto combattuto sul da farsi. Per lui possono essere personaggi di un romanzo, ma tutto questo sembra troppo reale. Come può sapere della morte di qualcuno, ma lasciarlo in vita. Continua a chiedersi se debba cambiare le storie, ma teme che un cambiamento eccessivo possa rendere inutile la conoscenza che lo tiene in vita.

Nel corso del romanzo Kim Dokja inizia a cambiare lentamente le sue convinzioni. Si affeziona molto ai personaggi che lo circondano ed è più che disposto a rischiare la propria morte per il loro bene. Questo fa sì che il suo gruppo diventi una famiglia molto unita che si fa in quattro per aiutarsi a vicenda, rischiando innumerevoli volte la vita. Sia i Dokkaebi che le costellazioni si interessano sempre più a Kim. Molte costellazioni cercano di farne la loro incarnazione, il che significa che gli darebbero una parte del loro potere in cambio del fatto che lui segua le loro richieste. Diventare un’incarnazione avviene attraverso un contratto regolato dal sistema e quindi in molti casi può significare rinunciare al proprio libero arbitrio. Secondo una tradizione, alle incarnazioni degli scenari viene offerta la possibilità di firmare tali contratti durante specifiche finestre temporali negli scenari. Si può anche rifiutare per accrescere la propria fama e ottenere in seguito offerte ancora migliori da costellazioni più forti durante i futuri periodi di firma.

Kim decide di non firmare con nessuna costellazione, perché ritiene che ciò andrebbe contro i suoi obiettivi futuri. Questo fatto, unito al suo enorme successo, lo rende molto popolare tra le costellazioni e gli dà quindi un grande potere. Cerca di firmare un contratto con un Dokkaebi che gli concede il diritto esclusivo di trasmettere la sua storia in cambio di una parte dei profitti. Questo contratto gli permette di guadagnare molta influenza, ma attira anche molto odio da parte degli altri Dokkaebi e così molti di loro iniziano a imporgli restrizioni estremamente dure e ingiuste durante gli scenari.

Kim Dokja continua ad avanzare negli scenari con un’influenza crescente. Riesce persino a creare abbastanza storie da diventare lui stesso una costellazione in seguito. Questo perché si scopre che il sistema del mondo assegna valore alle costellazioni in base alle storie che hanno accumulato durante il periodo in cui hanno partecipato agli scenari. Inoltre, impariamo che le storie sono esseri unici in questo universo. Una storia in cui si sconfigge un mostro mitico conferisce al suo proprietario un enorme potere, ma anche una volontà più forte. Alcune storie possono persino cercare di consumare i loro proprietari per perseguire i propri desideri. Questo crea un’ambientazione interessante, in cui i personaggi cercano di accumulare storie attraverso le loro lotte negli scenari. Ma deve esserci anche una comprensione tra la storia e il suo creatore.

Per quanto ho scritto, questo non è ancora nulla in confronto all’originale. Queste informazioni sono solo una piccola parte di ciò che viene presentato all’inizio di ORV. Racchiude le idee principali del romanzo, ma ORV non è mai stato incentrato su queste parti. ORV è più incentrato sul viaggio, sul tentativo di capire cosa significhi essere Yoo Joonghyuk, rinascere per poi morire ancora una volta dopo aver perso i propri cari. Avere una moglie e una famiglia ma vedersele portare via. Vivere di nuovo ma fuggire da qualsiasi legame, perché si sa che non durerà mai. Dovrebbe raccontare alle persone intorno a lui quello che è successo? Qualcuno ci crederebbe? Avrebbe importanza, visto che una volta rinato lo dimenticheranno, ma lui non lo farà mai…

Yoo Joonghyuk può soffrire di un dolore incommensurabile, ma c’è anche Kim Dokja. Il suo dilemma è se trattare le persone che lo circondano come esseri umani o se non sono altro che personaggi secondari destinati a essere eliminati. Come ci si deve comportare in queste circostanze? Vivete per considerarvi un essere superiore? Questo vi rende come una costellazione che usa le persone solo per il proprio beneficio? Le chiamereste persone? Per me questo era il senso di ORV. Si trattava dei viaggi dei personaggi, si trattava di piangere per la loro lotta o di essere felici per il loro successo. Cercando di dare un senso a queste situazioni. Il romanzo non è mai stato scritto come un prodotto modificato e rivisto. È pieno di battute sbagliate, errori di ortografia e persino un linguaggio incoerente. Ma come ho detto, ORV riguarda solo la storia e il modo in cui la si vive. Non si può mai riassumere questa storia, perché le emozioni non sono mai facili da trasmettere. Ma spero almeno che questo dia al tuo amico una buona idea di cosa si tratta, pur non spoilerando molto. Se volete aggiungere altri spoiler, allora sta a voi. È stato molto divertente scrivere questo testo e ricordare la storia!

[/spoiler]

Omniscient Reader Viewpoint Libro vs Omniscient Reader Viewpoint Manwha Vs Serie Animata

ti posto un’immagine tratta dal manwha/ webtoon e una tratta dalla light Novel così per settare il ritmo

La light Novel ha illustrazioni prodigiose. il manwha è di buon livello per il medium ma di sicuro non possono reggere il confronto.

A livello di storia il webtoon corre troppo veloce, salta tantissimo le parti introspettive in cui si costruiscono i rapporti tra i personaggi: molto spesso sembra che alcuni personaggi siano delle comparse mentre nel libro hanno un arco narrativo completo

Update:

A Luglio 2024 è stata annunciata la serie televisiva: spero che venga fatto un buon lavoro come Solo Levellig – Spero che ORV diventi abbastanza famoso da tradurre il libro anche in Italiano.

Condividi il tuo amore
Avatar photo
Senpai Il Bestia

Manolo Macchetta legge fumetti da sempre, ma è solo con l'arrivo di Akira e della Granata Press che entra nel buco nero da cui ancora non è uscito. Senpai il bestia è il suo pet-project, dove posta il punto di vista di un GenX sui manga, Manhwa e LitRPG

Il suo blog ufficiale è https://manolo.macchetta.com

Articoli: 79