Eisner Awards 2022: i vincitori

Tra i vincitori anche un italiano: Werther Dell’Edera (Something Is Killing the Children)

Ecco i vincitori per categoria:

Migliore storia breve

“Funeral in Foam”, di Casey Gilly e Raina Telgemeier, in You Died: An Anthology of the Afterlife (Iron Circus)

Migliore numero unico / one shot

Wonder Woman Historia: The Amazons, di Kelly Sue DeConnick e Phil Jimenez (DC)

Miglior serie regolare (pari merito)

  • Bitter Root, di David F. Walker, Chuck Brown e Sanford Greene (Image)
  • Something Is Killing the Children, di James Tynion IV e Werther Dell’Edera (BOOM! Studios)

Migliore serie limitata

The Good Asian, di Pornsak Pichetshote e Alexandre Tefenkgi (Image)

Miglior nuova serie

The Nice House on the Lake, di James Tynion IV e Álvaro Martínez Bueno (DC Black Label)

Migliore pubblicazione per l’infanzia (fino a 8 anni)

Chibi Usagi: Attack of the Heebie Chibis, di Julie and Stan Sakai (IDW)

Miglior pubblicazione per ragazzi (9-12 anni)

Salt Magic, di Hope Larson and Rebecca Mock (Margaret Ferguson Books/Holiday House)

Miglior pubblicazione per adolescenti (13-17 anni)

The Legend of Auntie Po, di Shing Yin Khor (Kokila/Penguin Random House)

Miglior pubblicazione umoristica

Not All Robots, di Mark Russell e Mike Deodato Jr. (AWA Upshot)

Migliore antologia

You Died: An Anthology of the Afterlife, a cura di Kel McDonald e Andrea Purcell (Iron Circus)

Migliore opera di non-fiction

The Black Panther Party: A Graphic History, di David F. Walker e Marcus Kwame Anderson (Ten Speed Press)

Migliore Graphic Memoir

Run: Book One, di John Lewis, Andrew Aydin, L. Fury e Nate Powell (Abrams ComicArts)

Migliore graphic novel (inedita)

Monsters, di Barry Windsor-Smith (Fantagraphics)

Migliore graphic novel (riedizione)

The Complete American Gods, di Neil Gaiman, P. Craig Russell e Scott Hampton (Dark Horse)

Migliore adattamento di un altro medium

George Orwell’s 1984: The Graphic Novel, adattato da Fido Nesti (Mariner Books)

Migliore edizione statunitense di opere internazionali

The Shadow of a Man, di Benoît Peeters e François Schuiten, traduzione di Stephen D. Smith (IDW)

Migliore edizione statunitense di opere internazionali (Asia)

Lovesickness: Junji Ito Story Collection, di Junji Ito, traduzione di Jocelyne Allen (VIZ Media)

Migliore riproposizione di vecchie opere (strisce)

Popeye: The E.C. Segar Sundays vol. 1, di E.C. Segar, a cura di Gary Groth e Conrad Groth (Fantagraphics)

Migliore riproposizione di vecchie opere (comic-book)

EC Covers Artist’s Edition, a cura di Scott Dunbier (IDW)

Migliore scrittore/scrittrice

James Tynion IV, House of Slaughter, Something Is Killing the Children, Wynd (BOOM! Studios); The Nice House on the Lake, The Joker, Batman, DC Pride 2021 (DC); The Department of Truth (Image); Blue Book, Razorblades (Tiny Onion Studios)

Migliore autore unico/autrice unica

Barry Windsor-Smith, Monsters (Fantagraphics)

Migliore disegnatore e inchiostratore/inchiostratrice o team

Phil Jimenez, Wonder Woman Historia: The Amazons (DC)

Migliore pittore o pittrice/artista multimediale

Sana Takeda, Monstress (Image)

Migliore copertinista

Jen Bartel, Future State Immortal Wonder Woman #1 & 2, Wonder Woman Black & Gold #1, Wonder Woman 80th Anniversary (DC); Women’s History Month variant covers (Marvel)

Miglior colorista

Matt Wilson, Undiscovered Country (Image); Fire Power (Image Skybound); Eternals, Thor, Wolverine (Marvel); Jonna and the Unpossible Monsters (Oni)

Migliore letterista

Barry Windsor-Smith, Monsters (Fantagraphics)

Migliore pubblicazione giornalistica sul fumetto

WomenWriteAboutComics.com, a cura di Wendy Browne e Nola Pfau (WWAC)

Migliore libro sul fumetto

All of the Marvels, di Douglas Wolk (Penguin Press)

Migliore saggio accademico sul fumetto

Comics and the Origins of Manga: A Revisionist History, di Eike Exner (Rutgers University Press)

Migliore design

Marvel Comics Library: Spider-Man vol. 1: 1962–1964 (TASCHEN)

Miglior webcomic

Lore Olympus, di Rachel Smythe (WEBTOON)

Migliore fumetto digitale

Snow Angels, di Jeff Lemire e Jock (Comixology Originals)

Avatar photo
Senpai Il Bestia

Manolo Macchetta legge fumetti da sempre, ma è solo con l'arrivo di Akira e della Granata Press che entra nel buco nero da cui ancora non è uscito. Senpai il bestia è il suo pet-project, dove posta il punto di vista di un GenX sui manga, Manhwa e LitRPG

Il suo blog ufficiale è https://manolo.macchetta.com

Articoli: 71

Lascia una risposta